Etichette di vini d’arte

1969miro

Etichetta di Mirò

Le bottiglie sono diventate un mezzo di espressione artistica all’altezza di una tela, una parete, un muro, un foglio… ma con un valore aggiunto, il vino.

Un buon vino ha bisogno di cura e di tempo per diventare un’opera d’arte, qualità rispecchiata nell’essere annusato, sorseggiato, gustato, ma anche riflettuto.

Lo stesso accade nell’arte, al di là del tempo impiegato dall’artista per sviluppare, instaurare ed costruire l’idea, aggiungiamo il tempo che possiamo restare perpetui osservando, sognando ed immaginando davanti a queste etichette dei vini.

1958

Etichetta Dalì 1958

Ma il tempo concepito anche come concetto basico, nella concezione umana, per quanto riguarda il riconoscimento o l’affermazione di qualcosa in società, il tempo diventa un mezzo necessario nel stabilire una realtà. Il tempo in questo caso dona agli elementi l’atemporalità, cioè l’essere concepiti come qualcosa di elevato che non cambia con il passare del tempo. Un’opera d’arte appartenente ad un artista riconosciuto ormai sarà concepita per sempre come tale, ma il vino è deperibile quello che resta è il nome che in questo caso deve mantenere sempre la qualità che porta con se.

Salvador Dalí nel 1958, più leggera nel colore ma sottile nel disegno surrealista che ci trascina ad un mondo onirico.

Le etichette diventano l’oggetto atemporale che afferma il nome del vino offrendo un valore aggiunto.

1973picasso

Etichetta di Pablo Picasso 1973

Quella disegnata da Picasso nel 1973, a prima vista colpisce subito il colore blu insieme al disegno tanto personale dell’artista.

Un connubio di emozioni tra il vino e le etichette, ma sopratutto lo Chateau Mouton Rothschild del barone Philippe de Rothschild con una serie di etichette d’autore coinvolgendo artisti famosi della scena contemporanea tali come Joan Miró, nel 1969. Come possiamo notare è l’unica etichetta con lo sfondo color crema. L’artista spagnolo si fa riconoscere dai suoi disegni con riminiscenza all’infanzia, sempre mediante un linguaggio molto personale.

1975warhol

Etichetta Andy Warhol 1975

  Nel 1975 propongono l’interessante etichetta di Andy Warhol.

Potrebbero essere degli spunti per le nuove creazioni enologiche, sempre più vicini arte e vino per creare nuove esperienze sensoriali.

Qua potete trovare tutte le altre etichette d’autore di Rostithschild ormai storiche. 

Il contenuto di queste opere d’arte deve essere all’altezza, parliamo di un grandioso blend di Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot che si traduce in una sensuale esperienza enologica intensificandosi con la maturazione.

One thought on “Etichette di vini d’arte

  1. Molto bello il blog… pero’ aspetto nuovi post, e’ da troppo tempo che non ci sono aggiornamenti. Vabbe’, intanto mi sono iscritto ai feed RSS, continuo a seguirvi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...